fideiussione-bancaria.jpg

Fidejussione Bancaria: Attiva o Passiva?

La fideiussione si può stipulare con diversi enti, e quando parliamo di fidejussione bancaria ci riferiamo ad un tipo di garanzia che si stipula con la banca. Essa funzionerà come garante tra creditore e debitore, la fideiussione bancaria infatti va a coprire gli interessi del creditore nel caso in cui non avvenga il pagamento da parte del sogetto debitore. Nel caso in cui il debitore non faccia il pagamento, sarà la banca a provvedere creando anch'essa un debito. Ciò che dobbiamo sapere però, è che la fidejussione bancaria può essere sia Attiva che Passiva. Cosa cambia tra l'una e l'altra? Scopriamolo insieme per essere sicuri di fare le scelte più giuste per noi e per il nostro patrimonio.

Fideiussione: Scopriamo quella Bancaria

La fideiussione bancaria viene spesso richiesta dal cliente della banca quando si ritrova a pagare un conto verso un terzo soggetto. Questo permette alla banca di assicurare che il pagamento verrà fatto in ogni caso, in modo da tranquillizzare il creditore a ricevere la somma che gli spetta. La fideiussione è molto utile nel caso si decida di affittare un immobile, così da assicurarsi di ricevere la somma in modo puntuale ogni mese. Inoltre, il creditore può richiedere il risarcimento della somma sia al debitore che alla banca, a meno che non sia presente il beneficio di preentiva escussione del debitore principale, in quel caso il creditore dovrà rivolgersi prima al debitore. C'è solo un caso in cui il creditore può perdere i suoi diritti verso il fideiussore, ovvero se entro sei mesi dalla scadenza del debito non sollecita la situazione contro il soggetto debitore o la banca.

Fidejussione Bancaria Attiva

Nella fidejussione bancaria attiva il creditore è la Banca e questo vincolo assume in tutto e per tutto una forma di contratto autonomo di garanzia. Come dice il termine “autonomo” si parla proprio di una garanzia che non ha vincoli di obbligazione, quindi lavora proprio in autonomia. Dato questo fattore, non ci sarà la sussidiarietà, ovvero quando il fideiussore ottiene la richiesta scritta dal creditore. Quindi cosa deve fare il fideiussore? Può, in questo caso, avvalersi solo della facoltà di regresso, quindi dovrà pagare il creditore, in questo caso la banca, e poi avviare un'azione legale contro il debitore.

Fidejussione Bancaria Passiva

La fidejussione bancaria passiva è chiamata anche “credito di firma” e in questa formula la banca copre il ruolo di fideiussore. Oltre alla banca possono ricoprire questi ruoli anche un'assicurazione o una finanziaria. Tra banca e garantito solitamente viene stipulato un contratto autonomo di garanzia in cui la banca diventa il soggetto beneficiario. In ogni caso, la fideiussione bancaria prevede un costo, proprio perchè si tratta di un investimento. In linea generale, per ottenere un contratto di fideiussione la commissione si aggira sull'1% della somma totale, escludendo i tassi di interesse. Essi hanno un valore che si aggira dal 0,7% al 3,5%. Non c'è limite per il credito che si può richiedere, ma la banca può offrire una garanzia entro certi limiti, così da decidere quanto denaro può andare a coprire in caso di mancato pagamento.

Fideiussioneonline.it è un servizio di 2P Consult sas con sede a Torino, in C.so Regina Margherita 497 – 10151 Torino - P.Iva 11890550012 - Iscriz. RUI – Ivass  E-000609739. Compilando l'apposito modulo potrai richiedere un preventivo per una fideiussione e sarai contatto da un nostro operatore il più presto possibile.

Sito Web realizzato da PNTSolutions.it

Contatti

Cell. +39 392 3130273
Tel. + 39 011 18836439
Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tutti i Diritti Riservati 2018-2019